Come rendere automatica un’abitudine

La mia personale visione su come rendere automatica un’abitudine.

Leggendo questo articolo scoprirai la relazione tra abitudini, obiettivi e autodisciplina per comprendere come innescare l’automatismo nei tuoi piani di azione per ottenere i risultati che desideri.

Autodisciplina e abitudini

Molte persone hanno la convinzione limitante che per creare un’abitudine bisogna essere una persona disciplinata e condurre una vita intera con disciplina. Questa convinzione blocca dall’intraprendere qualsiasi iniziativa per arrivare alla soglia necessaria a produrre il cambiamento che desiderano.

L’abitudine, come sappiamo, è la tendenza a ripetere un determinato comportamento che diventa consuetudine e permette di raggiungere l’eccellenza in qualsiasi campo della vita e del lavoro se la rendi automatica.

E’ scientificamente provato che instaurare buone abitudini accelera il processo di raggiungimento di un obiettivo. Le abitudini determinano almeno il 40% dei nostri comportamenti ogni giorno e sono strettamente connesse all’autodisciplina, agli obiettivi e ai piani d’azione.

L’autodisciplina ci consente di instaurare quelle abitudini che ci portano ad agire con costanza sui nostri obiettivi e ottenere dei grandi risultati. La disciplina però va gestita e bene incanalata, mettendo focus ed energie sulle giuste abitudini, ovvero quelle abitudini funzionali ai nostri obiettivi.

Ecco perchè è importante lavorare sia sulle abitudini che sugli obiettivi. Dopo 14 anni di esperienza tra fallimenti e successi personali e professionali sono giunto a conclusione che il metodo più efficace per attuare qualsiasi processo di cambiamento è definire Obiettivi chiari che lavorano sul nostro mindset e creare il Sistema di Abitudini che attuano il piano d’azione per ottenere risultati.

Successo e abitudini

Il successo non è sempre una maratona, è molto spesso uno sprint. Un impegno intenso alimentato dalla disciplina finchè si instaura un’abitudine che prende il controllo del processo e generare il risultato. Molti non sono disposti a fare questo sprint. Ed è per questo che solo pochissimi realizzano ciò che desiderano.

La disciplina crea quindi l’abitudine (o se preferisci la consuetudine) che a sua volta genera il risultato.

Se lavori regolarmente a qualcosa (un progetto di business, a metterti in forma, a parlare in pubblico, ecc.) quelle azioni ti portano a raggiungere la soglia di competenza necessaria per fa si che quella cosa lavori regolarmente per te. Infatti E se continui abbastanza a lungo crei una routine.

Quando vedi persone disciplinate che hanno realizzato grandi risultati quelle persone hanno introdotto delle routine nella loro vita.

Nessuno è disciplinato per natura e l’idea di esserlo non incentiva sicuramente a diventarlo.. Ma non è necessario essere una persona disciplinata per avere successo e ottenere risultati.

E’ possibile avere successo instaurando abitudini di successo, con meno disciplina di quanto pensi. Il segreto è scegliere l’abitudine o le abitudini che decidi di portare avanti per un periodo (tra poco vedremo quanto tempo serve per consolidare un’abitudine) e fare quello che va fatto per ottenere il risultato che desideri. Fai una o poche giuste, non tante cose nel modo giusto!

Scegli l’abitudine giusta su cui applicare una buona dose di disciplina per il tempo necessario a consolidarla.

Se ti alleni ogni giorno su ciò che vuoi realizzare non puoi che diventare esperto/a del tuo argomento e orientare la tua vita o il tuo lavoro nella direzione della sicurezza e della libertà.  

Canalizzare le energie in una disciplina ti permette di raggiungere chiarezza su ciò che è necessario fare bene per ottenere il successo in quell’area. 

A questo punto si apre uno scenario di dibattito. Meglio puntare ad una cosa sola e diventarne il massimo esperto oppure essere multidisciplinari e creare equilibrio tra le tante cose che si fanno?

Prima facciamoci una domanda fondamentale..

Quanto tempo serve per consolidare una abitudine?

I ricercatori dell’University College di Londra hanno analizzato che per trasformare un nuovo comportamento in un’abitudine automatica (o innata) servono almeno 66 giorni. 

Questo vale per qualsiasi abitudine: perdere peso, smettere di fumare, alzarsi alle 6 del mattino, realizzare un progetto. La scienza moderna ha sfatato il mito dei 21 giorni.

Acquisire un’abitudine positiva, lo dicono gli esperti ricecatorti australiani Megan Oaten e Ken Cheng, comporta un miglioramento della vita anche in altre aree. Se instauri le abitudini giuste e le ripeti regolarmente, tutto il resto risulta più facile.

Ci vuole tempo per sviluppare l’abitudine giusta che ti serve per raggiungere l’obiettivo che vuoi realizzare.

3 consigli per rendere automatica un’abitudine

  • Non devi inseguire la disciplina. Insegui le abitudini giuste e usa la disciplina per selezionare e fare la cosa giusta per il tempo necessario a produrre il risultato che ti aspetti;
  • Costruisci un’abitudine alla volta. Il successo è sequenziale, non simultaneo. Nessuno riesce ad acquisire più di una nuova abitudine alla volta. Seleziona una o poche abitudini significative;
  • Datti tempo per creare la tua routine di abitudini. Le abitudini hanno bisogno di almeno 66 giorni per consolidarsi. Una volta che si è consolidata una abitudine puoi costruirne un’altra.

“Noi siamo ciò che facciamo ripetutamente, perciò l’eccellenza non è un atto, ma un’abitudine”

Aristotele

Leggi anche il mio articolo sulla routine dinamica per scoprire quali sono le attività da cui puoi partire per consolidare le tue nuove abitudini: https://andreamazzon.com/come-creare-un-sistema-di-abitudini-per-essere-piu-produttivi/

Fonti di ispirazione:
Libro: Una cosa sola di Gary Keller
Libro: Atomic Habits di James Clear